Plantari su misura2018-09-14T10:55:00+00:00

PLANTARI SU MISURA

ALCUNI CONSIGLI

Qui di seguito riportiamo alcune informazioni utili e consigli che possono accompagnarvi nella scelta delle calzature migliori per il vostro piede.

I PLANTARI

Il plantare su misura ha il compito di sostenere, ammortizzare e correggere dove serve. Quando i rapporti articolari del piede vengono alterati o compromessi (cavismo, piattismo, caduta del metatarso ecc… ) tutta la struttura corporea ne viene interessata. Il compito del plantare su misura è quello di far assumere una posizione corretta in modo tale da avere una distribuzione del carico più uniforme su tutto il piede ed andare ad eliminare quelli che sono i sovraccarichi ( metatarsalga, talalgia). Scegliere i modelli con pianta larga, con plantare estraibile e con fondo piatto (senza arco mediale preformato).

  • Togliere il plantare normale e inserire il plantare personalizzato.
  • Non inserire mail il plantare in una calzatura non predisposta.
  • Se notate un fastidio persistente (arrossamento) sull’arco mediale del piede: limate o fresate leggermente l’arco del plantare (sotto) in modo da abbassarlo.
  • Indossare preferibilmenete una calza molto sottile (filoscozia) o un salvapiede (es.texenergy)
  • Potete camminare scalzi solo su lungomare sabbioso mai su superfici non deformabili (costruite dall’Uomo!). Il piede non è stato creato per camminare su asfalto, cemento, marmo!
  • E’ importante portare i plantari sempre, anche in casa.
  • La calzatura dietro deve essere sempre chiusa con il retropiede avvolgente, per guidare la caviglia nella fase di appoggio del calcagno.
  • Per l’estate ci sono scarpe predisposte (finnamic) con avampiede forato o parzialmente aperto, ma sempre con contrafforte chiuso, avvolgente sul calcagno.
  • Il plantare lavora in sinergia con scarpe ergonomiche con tacco negativo (FINNAMIC, MBT)
  • Non lavare il plantare, spazzolatelo solamente. Le zone di maggiore concentrazione di sudore ci servono per valutare eventuali modifiche da effettuare sul plantare.

I CONSIGLI DELLO SPECIALISTA

Per valutare la conformazione fisiologica e in presenza di patologie è necessario effettuare l’esame baropodometrico. La calzatura deve essere giusta, nè troppo lunga nè troppo corta. Per favorire i movimenti, la calzatura ideale deve essere almeno di 5 millimetri più lunga dell’alluce. Il tacco da 2 a 5 cm è ideale per chi sta molto in piedi, il tacco alto più di 5 cm è consigliato solo per occasioni particolari. È consigliabile acquistare la calzatura nel pomeriggio, poiché il piede è nella condizione ideale: né troppo riposato, né già stanco. Prima di acquistare le calzature meglio indossarle entrambe per almeno 1 minuto. Le scarpe da nuove devono essere comode, come portate da un po’ di tempo.

Questo sito Web utilizza cookie e servizi di terze parti. Clicca qui per visionare la Privacy e la Cookie Policy Ok